IL SELKIRK REX

IMG_0038_1
Berenice della Dea Rea, selkirk rex longhair blue bicolor (eterozigote per il gene rex)

La storia del Selkirk Rex 

Nel 1987, Jeri Newman, allevatore di persiani adottò una cucciolina figlia di una gatta randagia: questa piccola che chiamò Miss DePesto (detta  Pest) aveva il pelo e i baffi ricciuti.  A 14 mesi Pest fu incrociata con unpersiano (CH PhotoFinish of Deekay. Il 4 luglio 1988 dette alla luce 6 cuccioli: tre erano decisamente ricciuti! Questo significa che il gene di questa gattina era una bnuova mutazione di tipo dominante.

Questo gene fu scoperto dal la Dott.ssa Selina Filler dell’Università Veterinaria di Vienna e fu chiamato S.A.D.RE. (acrostico per Selkirk Autosomal Dominant REx). Dato che la mutazione è dominante, i SR a pelo lungo e corto  possono essere sia omozigoti (cioè hanno due copie del gene mutato) che eterozigoti (ovvero hanno solo uno dei due geni mutato).

Ci sono sostanziali differenze fra i due tipi di Selkirk: gli eterozigoti sono preferiti come gatti da show perché mostrano orecchie più piccole, una testa più rotonda e un mantello ricciuto più uniforme come vuole lo standard di questa razza.

Gli omozigoti hanno la tendenza a perdere molto pelo quando sono giovani e presentano a volte delle aree di pelle  nuda. Sono anche meno tozzi e più lunghi. Sembra che i ricci siano però più fitti degli eterozigoti.

4GIL0920.jpg
Luna des terra de catoun, selkirk rex blue tortie (omozigote per il gene rex)

Questa razza è stata riconosciuta dal CFA nel 1992,  dal LOOF nel 1993, dalla TICA nel 1995 e dal 2015 era in preliminary recognition in FIFé, poi definitivamente riconosciuto dalla General Assembly della FIFé a partire dal 30 settembre 2017.

Il Selkirk Rex è un gatto di taglia media e muscoloso, con testa tonda ed occhi grandi. Ha una grossa coda, di media lunghezza e con leggera ondulazione. La sua caratteristica peculiare è il pelo spesso e riccio che lo ricopre. Sono arricciati anche i baffi, le sopracciglia e i pelo interni delle orecchie.

E’ un gatto tranquillo, intelligente e curioso. Ottimo compagno per il suo umano, si affeziona ed è molto tollerante verso altri animali domestici

ESMERALDA

Il riconoscimento della Razza

Ci sono voluti tre anni e la collaborazione di allevatori da tutta Europa per raggiungere i parametri previsti, ma finalmente, dal 1° ottobre 2017 la razza è ufficialmente riconosciuta dalla Fèderation International Fèline (FIFé) di cui l’Associazione Nazionale Felina Italiana (ANFI) è socio fondatore. Dallo scorso ottobre infatti i nostri Selkirk possono partecipare ufficialmente ai Best in Show durante le esposizioni manifestazioni Ufficiali del Libro delle Origini.

I Selkirk Rex Shorthair e Longhair sono stati inseriti nella categoria 3.

Goofy.jpg
Goofy Vom Strassgarten, Selkirk Rex Longhair, cream

Lo Standard

Taglia: media.

Testa: forma rotonda, ampia. Il muso di media lunghezza è  arrotondato, con portabaffi ben sviluppato; la lunghezza è pari alla metà della larghezza. Le guance sono piene, sia nei maschi che nelle femmine. Il naso di profilo evidenzia una interruzione (‘stop’), con una leggera inclinazione verso il basso. Il mento è forte e ben sviluppato e di profilo disegna una linea verticale con la punta del naso e il labbro superiore.

Orecchie: di media dimensione, larghe alla base, si assottigliano verso la estremità. Il pelo, se presente, è arricciato; sono piazzate ben distanti, devono sottolineare il contorno arrotondato della testa.

Occhi: grandi, rotondi, piazzati ben distanti. L’angolo esterno è posizionato appena più in alto di quello interno. Qualsiasi colore degli occhi è consentito.

Corpo:  struttura da media a grande, ben bilanciato. Il torace è muscoloso, più rettangolare che quadrato, ma non lungo. La schiena è diritta con una lieve risalita sul posteriore. Spalle e fianchi devono essere della stessa larghezza.

Zampe: da medie a lunghe. Ossatura forte. Devono essere in proporzione con il corpo. Piedi grandi, rotondi e forti.

Coda: di media lunghezza, in proporzione con il corpo. Spessa alla base; non affilata o a punta.

Mantello : La tessitura del SRS (a pelo corto)  è soffice, felpata e piena. Il mantello è denso e non aderente al corpo, uniformemente fornito di pelo. La tessitura del SRL (a pelo lungo) è soffice e piena, meno felpata della variante a
pelo corto ma non fine.  Il mantello è denso e non aderente al corpo, uniformemente fornito di pelo. I ricci nel SRS sono casuali e non strutturati, disposti in singoli ricci sciolti. L’impressione generale è di un gatto non dal pelo ondulato, ma piuttosto cespuglioso. Quelli del SRL sono anch’essi casuali e non strutturati, disposti in singoli ricci sciolti. Piuttosto che ondulato, il mantello appare cespuglioso o con boccoli. Anche se i ricci variano in funzione dell’età e del sesso, il mantello deve evidenziare l’effetto del gene ‘rex’. E’ possibile una assenza di ricci intorno al collo, sulla coda e sul ventre. Non deve essere penalizzata una minor presenza di ricci nei giovani adulti e nei cuccioli.
Colore: E’ ammessa qualsiasi varietà di colore, incluse quelle con bianco.

Cure: Il suo pelo va spazzolato 3 o 4 volte la settimana.

ARGOS -Maggio 2016 SR.jpg